Ai comitati cosiddetti ecologisti e suoi seguaci

Ai seguaci posso dire poco. Il popolo è sempre stato usato per lavorare e fare le guerre, purtroppo i più facili da convincere, già di per se incazzati e delusi, incapaci ad interagire con le decisioni prese dall'alto e che quasi sempre vanno a danneggiarli. Sono sempre stati portati in piazza, in processioni, o cortei, per dare ai suoi pastori visibilità e importanza. A loro dico solo: informatevi! Ma fatelo attraverso libri, o internet, o le persone veramente preparate in quello specifico campo, analizzate sempre i pro ed i contro, poi prendete posizione, anche dura magari, difendendo le vostre idee ma vostre, allora sarete un gruppo e non un branco.
A chi invece, come i pastori che portano le pecore in piazza, dopo averle munte e tosate, a quei signori che vestiti proprio con le pelli di quelle pecore, nascondono la loro vera identità di cani, che si credono o vogliono far credere di essere lupi. A loro voglio domandare: perché questo livore? Perché queste cattiverie, queste bugie pronunciate mille volte malgrado la consapevolezza di mentire? Perché cercate sempre vocaboli adatti a screditare una innovazione, come questo pirogassificatore, che è 20 o 30 volte più piccolo di un inceneritore e che non brucia direttamente i rifiuti solidi, ma trasforma prima in gas e poi brucia questo a temperature alte, con la fusione vetrificazione delle ceneri, che può essere facilmente smontato e trasportato altrove quando li non fosse più utile o gradito. Dove sta questa analogia o identicità con gli inceneritori che voi dite? Perché prima di parlare non controllate? Perché tutto ciò che è nuovo, perché ogni sforzo a migliorare il mondo, viene spesso combattuto da gente retrograda e ignorante? Non vi rendete conto di essere dei freni al vero progresso? Non capite che la vostra consapevolezza (ben celata) del debito che avete nei confronti del mondo, per quanto avete consumato senza produrre niente, vi porta a voler mostrare che siete importanti ed attivi, usando e danneggiando proprio quel popolo che dite di voler difendere? Se volete un mondo più pulito e meno avvelenato, intanto cominciate a diminuire e far diminuire, i consumi, ha rinunciare ad un po' di comodità, a non disperdere nell'ambiente tutti i troiai che scartate e non vi preoccupate di portarli agli smaltitori. Perché affermate che questa macchina tende a diminuire la sensibilizzazione a fare queste buone cose ed altre come la raccolta differenziata? Sapete bene che è proprio il contrario! Impianti piccoli e ben congegnati dove la combustione è perfetta, è se non l'unico, certamente il migliore e più economico mezzo per eliminare l'ultima parte del riciclo, usandolo come combustibile per fare energia. Vi rendete conto che le nostre auto, usate anche per fare 300 m, inquinano moltissimo, e la corrente che usate, magari lasciando le luci accese, viene fatta per la maggior parte bruciando carbone fossile e petrolio? Vi rendete conto di quanto sia importante invece usare materiale di scarto, inquinando meno, per fare energia elettrica e termica, che altrimenti (quello scarto) andrebbe in discarica, quindi accumulandosi per le generazioni a venire visto che è tutto materiale plastico o simile? Comitato del no a cosa? Cominciate a dire no, agli acquisti inutili, agli imballi inutili, ai consumi inutili, ai rinnovi di vestiario, mobili, elettrodomestici ed altro solo perché non più 'alla moda'. Quando dopo gli inutili direte no agli indispensabili, potrete dire no, a questa nuova tecnologia, ora non potete!

Enzo Morandi